cerca

Scuola: vietato perdere tempo

4 Ottobre 2008 alle 10:00

Nel vedere le immagini dei cortei di Roma e Milano, vecchie nei contenuti ancorchè fresche di giornata, con i ragazzi dal volto coperto dalla kefiah palestinese, i pugni chiusi alzati ad esprimere un ribellismo inconcludente e le scritte campeggianti sugli striscioni che dimostrano la più totale ignoranza del progetto della Gelmini, viene da dire: sig. Ministro, si sbrighi a portare a termine la riforma! Non lasci la scuola in mano a chi ha distrutto un patrimonio di sapere e valori, facendone un luogo di incultura e di deresponsabilizzazione diffusa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi