cerca

A che serve leggere oggi?

4 Ottobre 2008 alle 07:00

E’ quello che si sono chiesti gli Stati generali dell’editoria italiana, preoccupati da alcune analisi dalle quali si evidenzia, sintetizzando, che i nostri ragazzi sono peggio dei loro coetanei europei in quanto leggono meno libri. Non so se leggere migliori le persone, credo di no, penso però migliori almeno l’intelligenza, intesa come capacità di apprendimento, e il fatto che leggano sempre di meno non mi pare una gran bella cosa. Non è che ‘sti ragazzi in Italia non leggono per la nausea alla lettura che gli abbiamo trasmesso noi adulti, e provocata quasi esclusivamente dai Promessi Sposi e dagli altri “mattoni” letti controvoglia anni fa a scuola?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi