cerca

Togliere biologicamente il disturbo

3 Ottobre 2008 alle 09:30

Se scarichiamo sulla persona la più tremenda delle responsabilità: decidere come e quando togliere biologicamente il disturbo, a che serve un sistema sociale? Se l’orizzonte laico del buon vivere civile è ridotto a un principio di massima utilità per sé e minimo danno per gli altri, quale persona corretta (credente o no) potrà avere l’ardire di pretendere alla fine il contrario? Caso o progetto che si pensi sia, la vita nella sua espressione umana resta un mistero anche dopo Darwin, anche dopo Watson e Crick. E’ questo mistero e nient’altro che dà dignità all’uomo, a qualsiasi uomo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi