cerca

Stato etico, monopoli di morale e disprezzo.

3 Ottobre 2008 alle 12:32

Trovo disgustoso l'atteggiamento di chi crede di affrontare il confronto su temi morali come la vita e la morte con il disprezzo dell'autorità assoluta verso degli incompetenti non titolati. Non so se la decisione di interrompere delle cure indesiderate sia un fatto etico o morale. So che è un fatto che riguarda me solamente. E che lo stato e le sue leggi non si occupano di etica. E che l'autorità morale della chiesa sarebbe enorme se sapesse parlare più alle coscienze che alla politica (sentimentalismo direbbe qualcuno, ma dopo le grandi ideologie forse ci sarebbe bisogno di un po' più di cuore per parlare, commuovere). Negare la disponibilità della libertà sulla propria vita, significa negare il fondamento, la vera radice della nostra civiltà e persino dell'essere Cristiani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi