cerca

La fine dell'utopia bathista

30 Settembre 2008 alle 08:00

In Siria il regime bathista è al capolinea, dilaniato da una lotta intestina per la sopravvivenza e da due visioni contrapposte dell'agire politico. Dopo l'attentato di ieri alla sede dei servizi di sicurezza,questa drammatica e necessaria guerra è entrata nella sua fase finale. Già gli assassini di Mugniyah,Kanaan,al-Badni,e l'allontanamento di Shawkat erano stati segni premonitori di questo clima. Ora non si puo' piu' fingere che non stia succedendo niente. A mio avviso l'occidente deve capire ed accompagnare questo irreversibile cambiamento che, in fondo, anche al-Assad vuole. E facciamo anche pressioni affinchè la vicina e influente teocrazia iraniana stia lontana dagli affari siriani. In fondo quello che muove Ahmadinejad non è tanto un sogno panislamico, quanto una visione antimperialista e terzomondista, di contrapposizione all'egemonia americana. Ecco, gli Usa sostengano allora i rifirmisti interni siriani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi