cerca

L'omelia del prof. Mancuso

29 Settembre 2008 alle 17:45

Ci risiamo. La domenica dalle pagine del “Foglio” è immancabile “l’omelia” del professore V. Mancuso. Stavolta si parla di P.T. de Chardin e d’evoluzione, di spirito e materia insomma. La deriva del pensiero di Mancuso non è ancora stata condannata, oramai le scomuniche sono fuori moda, perciò il verbo mancusiano è libero(nell’errore)di viaggiare senza confini e senza pagare nessun dazio. “Un’unica sostanza che ora è materia ora è spirito in continuità evolutiva.” L’eresia(uso la parola nel suo significato greco di “scelta”)dell’affermazione è manifesta; infatti per superare il presunto dualismo di spirito e materia si dichiara che siamo ora materia ora spirito… ne carne ne pesce si dice dalle mie parti. Siamo nel pieno pensiero scientista, la scienza vuol farsi teologia e spiegare Dio, l’uomo, come Mancuso sa, è si materia, ma abitata dallo Spirito, in sostanza è più una sorta di sinolo d’aristotelica memoria che una sostanza in continuità evolutiva. “Lo spirito nasce dalla vita, e questa a sua volta dalla materia, che si chiama così proprio perché è mater d’ogni cosa.” La tradizionale visione creatrice nella quale è lo spirito a infondere vita alla materia (perciò è Dio a dare la vita) è rovesciata: è la materia a produrre lo spirito, non si capisce in che modo. Ho già detto precedentemente che la teologia di Mancuso è una teologia- positiva, aggiungo che al suo interno opera anche una metafisica del materialismo, per cui la Materia- Mater è la cima di tutto, è sopra Dio. Sospetto che il professore abbia voglia di fare quello che già in tanti hanno tentato, cioè scalare il cielo per gettare Dio sulla terra (“Razza di Caino, scala il cielo, e getta Dio sulla terra!” Charles Baudelaire). Dio è morto! Gridano tutti questa cosa, ma Dio è morto per sua libera scelta, per redimere tutti e vincere la morte. La teologia si rovescia in antropologia, così l’uomo è il limite (senza limiti) di ogni cosa. Dio è morto, ed Io non mi sento tanto bene!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi