cerca

Da non credente, laico non laicista dico no al testamento biologico

24 Settembre 2008 alle 16:30

Il coro è unanime: legiferare sul testamento biologico. Persino settori della Chiesa si sono pronunciati in tal senso. Da non credente, credo di non avere le competenze per confutare la posizione del Cardinal Bagnasco, da laico non laicista ritengo tuttavia che si stia commettendo un grossolano errore. Comprendo l'esigenza strategica del momento. Il caso Englaro, con la sentenza dei giudici di Milano, potrebbe costituire un precedente. Nonostante questo, mi sorge il dubbio sullo strumento che s’intende adottare. Il testamento biologico regge il suo principio sul "se fossi". Pensare ad una legge che segua tale principio è davvero bizzarro. L'individuo non può, per ragioni razionali e non confessionali, immaginarsi "come se fosse", tale logica di pensiero non è nelle sue facoltà intellettive. Anche quando ognuno di noi assiste al dolore del più caro degli amici, non ha la possibilità di "condividere" tale dolore. Ho personalmente vissuto accanto al mio più caro amico nella sua fase di vita terminale. Aveva 23 anni ed era ammalato di tumore. Un prisma costante davanti ai suoi occhi: la vita. Io che gli fui fraternamente vicino, ad un certo punto inizia a pensare "ma se fossi io", e cercai di ragionare in quei termini. M'immaginai io in quel letto e sollecitai quelle stesse imprecazioni che "da sano" pensavo avrei potuto pronunciare nelle sue condizioni. Il mio amico mi assecondò, ma in quel preciso istante capii esattamente che la sua era solo benevolenza nei miei confronti, nella realtà non sentiva alcun bisogno di imprecare. La sua lotta aveva già preso altra forma ed io non potevo essere in grado di ragionare "come se fossi ". Ecco perché oggi dico che il testamento biologico non è solo un controsenso medico ma soprattutto un errore razionale del nostro pensiero. Legiferare in tal senso è pericoloso, la legge produce cultura, senso comune. Con i "se" non si fa la storia, con i "se fossi" non si dovrebbero far le leggi, promuover culture.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi