cerca

Fortuna Bagnasco....

22 Settembre 2008 alle 20:16

"[...]Si è imposta così una riflessione nuova da parte del Parlamento nazionale, sollecitato a varare, si spera col concorso più ampio, una legge sul fine vita che – questa l’attesa – riconoscendo valore legale a dichiarazioni inequivocabili, rese in forma certa ed esplicita, dia nello stesso tempo tutte le garanzie sulla presa in carico dell’ammalato, e sul rapporto fiduciario tra lo stesso e il medico, cui è riconosciuto il compito – fuori da gabbie burocratiche − di vagliare i singoli atti concreti e decidere in scienza e coscienza[...]". Poi certo considera l'alimentazione e l'idratazione non terapie mediche sospendibili, ma io a differenza di molti non voglio che tutti la pensino come me. Mi rincuora che spesso ci pensi la stessa Chiesa a "rinnegare" chi pensa di parlare in suo nome, ed invece parla per ideologie che di religioso e cristiano hanno ben poco. Sono contenta che la Chiesa si mostri, a volte, molto più sensibile e attenta di tanti suoi sedicenti esegeti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi