cerca

Inutili tentativi di riforma della scuola

18 Settembre 2008 alle 09:00

I tentativi di riforma della scuola sono sempre andati a vuoto perché da diversi anni a questa parte non appena si sente parlare di "riforma della scuola", sia che essa venga progettata da un ministro di destra oppure da uno di sinistra, alunni, docenti e genitori trovano subito vari appigli,in alcuni casi validi (ma solo in alcuni casi), per contestarla. Ormai è diventata una infausta consuetudine che fa parte del costume degli Italiani,che - se ci si fa caso - si sono abituati a riscontrare ed evidenziare solo il negativo in tutti gli aspetti della società. E la Scuola, che maggiormente necessita di cure, è la prima ad essere colpita da questo cattivo andazzo. Ma ciò che è davvero negativo,in questo caso,è che vengono strumentalizzati i ragazzi, talvolta addirittura i bambini (anello debole della catena), i quali si prestano facilmente al gioco non essendo supportati, come è risaputo, da una eccessiva inclinazione allo studio (entro certi limiti comprensibile anche se non giustificabile), per cui tutto diventa facile alibi per mostrarsi riluttanti alle innovazioni e pronti,invece,alla protesta. Del resto, anche quando le cose vanno bene, i motivi per recriminare non mancano. Ma chi può garantire, in qualsiasi campo, la perfezione? Questa è la realtà e, stando così le cose, temo che i tentativi di una seria riforma della scuola siano irrimediabilmente votati al fallimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi