cerca

Scuse a Darwin

17 Settembre 2008 alle 09:45

Le scuse a Darwin sono dovute. La difesa del principio dell’esistenza di Dio non passa per la negazione di verità scientifiche comprovate anche se suscettibili di di far sorgere dubbi sulla Creazione della vita « prêt à porter », cioé della vita cosi’ come noi la vediamo ogni giorno. Né la certezza (non ancora esistente) del suo insorgere spontaneo non appena siano soddisfatte le condizioni ambientali richieste potrebbe mettere in dubbio l’esistenza di un Essere Superiore. Non esiste risultato o teoria scientifici che possano mettere in dubbio l’esistenza dell’ Essere Superiore se si sposta l’Intervento Creativo dalla nascita della vita « prêt à porter » a quello della fissazione dei valori delle costanti (spesso numeri puri, adimensionali) fondamentali della fisica. Se queste costanti hanno i valori che abbiamo rilevato, l’ambiente favorevole alla vita si forma e quest’ultima insorge spontaneamente. Se hanno valori diversi, una catena di conseguenze negative creerà condizioni ambientali impossibili per l’insorgere della vita. Ogni conflitto tra religione e scienza risulta pertanto o assurdo o strumentale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi