cerca

Debiti e rimborsi

17 Settembre 2008 alle 15:40

Le cause civili, altro altare sacrificale in nome della assoluta indipendenza della magistratura, durano una vita e spesso il comune cittadino rinuncia ad infilarsi in quel ginepraio pur avendo il sacrosanto diritto ad avere soddisfatti i propri diritti. In questo campo c'è una furbata che definire odiosa è dire poco. Molte persone turlupinano la gente o lo Stato facendo debiti e non pagando mai in quanto risultano nullatenenti. Intestano tutti i loro beni a familiari e parenti vari e loro possono allegramente studiare il modo di far soldi alla faccia di conoscenti, commercianti, enti pubblici e così via. Proporrei, a tal proposito, una di legge che preveda, con automatismi certi, per questi furbastri, un periodo di lavoro obbligatorio in ambito assistenziale sino al risarcimento completo del proprio debito. L'inadempienza, parziale o totale, dovrà comportare la galera ma anche in questo caso dovrebbero essere approntate carceri-lavoro per conseguire comunque lo scopo risarcitorio della pena inflitta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi