cerca

Fides et ratio

10 Settembre 2008 alle 19:33

Sul rispetto della vita, in questi ultimi tempi, si son fatte vagonate di dissertazioni, soprattutto da parte delle gerarchie cattoliche che si arrogano il diritto all'ultima parola per via del mandato "divino" che pretendono aver ricevuto. Veniamo al dunque: la Bibbia è, a loro dire, parola di Dio. Ma Dio può contraddirsi? In Esodo 20,13 sta scritto: NON UCCIDERE. "21,12" Colui che colpisce un uomo causandone la morte, sarà messo a morte". 21,17 "Colui che maledice suo padre o sua madre, sarà messo a morte". Levitico 20,9 "Chiunque maltratta suo padre o sua madre dovrà essere messo a morte". Deuteronomio 13,16 "...dovrai passare a fil di spada gli abitanti di quella città, la voterai allo sterminio e passerai a fil di spada anche il suo bestiame". Mi fermo. Che dire? Sono vecchio e so per lunga esperienza che "quidquid recipitur ad modum recipientis recipitur". Mi adeguo, non è mia intenzione persuadere chicchessia, ma il fatto di questa clamorosa contraddizione non è intrigante?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi