cerca

Il dio dei teologi

8 Settembre 2008 alle 21:15

In una disputa tra credenti e non credenti, l'anticlericalismo è un atteggiamento inappropriato. L'inquisizione, l'oscurantismo, l'evangelizzazione forzosa,i preti pedofili o i papi dissoluti, sono obiezioni ingenue perchè è ingenuo pensare, e nessuno può veramente crederlo, che un abito talare possa risparmiare l'individuo che lo indossa dalle miserie che sono proprie della condizione umana. Ben più sensibili e attinenti sono temi quali l'esistenza del male (perchè un dio infinitamente buono lo tollera? perchè un dio onnipotente non interviene? perchè lo ha creato lasciandomi libero di sceglierlo e, qualora lo facessi, ha predisposto per me, fragile essere finito, un castigo infinito?) o la sofferenza degli innocenti (perchè?) e molti altri che costringono i teologi ad ardite acrobazie dialettiche e che trovano spesso nella imperscrutabilità del disegno divino la loro risposta. Non so se Dio esista: quello dei teologi non credo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi