cerca

Gentile signora Grigoletto

5 Settembre 2008 alle 12:22

Se chiedo da cosciente la sospensione dell'alimentazione parenterale, è poi un dottore a doverla autorizzarla (e la DEVE autorizzare), non son io che smetto di mangiare: la nutrizione parenterale è quando ti alimentano via sondino gastrico perché te, per diversi motivi, non sei in grado di alimentarti normalmente ed autonomamente. E se io ne chiedo la sospensione, il medico DEVE sospendere. E non è vero che, io incosciente, non ci sarebbero medici disposti a farlo. Ce ne sono, come già ci sarebbero per il caso della povera Eluana. Il problema è che chi ci accusa di togliere dignità alle persone gravemente malate, è il primo a farlo non riconoscendogli più la stessa dignità, diritti, volontà e responsabilità di scelta che le stesse persone avevano PER LEGGE fino a subito prima di perdere coscienza. Cordialmente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi