cerca

Parliamo ancora di Sarah

4 Settembre 2008 alle 15:30

Leggo Diana Zuncheddu. Ma le americane si sono bevute il cervello? Ma una donna, rimane una donna, o diventa una sorta di mostro a due teste (una a casa e una al lavoro) quando diventa madre? Un vice presidente dovrà essere abile, preparato ma soprattutto libero da ogni legame, allora. Mah! E poi bisogna dare per scontato che un uomo sia più adatto a prendere decisioni, magari proprio perchè evidentemente ai suoi figli non ci pensa...Se vi sembra una bella cosa. Ah, già, a quelli ci pensa la mamma. Ma queste qui che si preoccupano dei figli della Palin, ma con i loro come hanno fatto? Si tratta dei figli, poverini, o delle decisioni con pulsante atomico alla mano che preoccupa le donne americane? Le donne che lavorano in genere fanno un paio di mestieri (lavoro e casa) e non è detto che la cosa riesca. I loro figli tuttavia non sono tutti psicologo-dipendenti, insomma non credo siano tutti quanti più stressati di quelli con le mamme a casa, che in tutto il mondo occidentale ormai sono poche. Epperò passano il tempo a farsi pelo e contropelo, a contarsi i figli e le responsabilità, a giudicarsi a vicenda, dalle intenzioni alla cellulite. Una gara a chi è più brava, ma quando poi una è brava, sbaglia. e basta con questa retorica delle eroine, siamo figlie dei nostri tempi, possiamo scegliere una carriera difficile, una maternità altrettanto difficile o tutte e due, ma sono fatti nostri, nostri e delle famiglie che vorremo costruire, delle persone che vorranno esserci vicine e basta e se facciamo con entusiasmo una qualunque di queste cose, sorpresa! Nessuno ci darà una medaglia. E forse, anche se staremo a casa senza un lavoro di prestigio, magari non saremo brave lo stesso nel compito di madri, la nostra prima responsabilità è nell'essere persone, persone che fanno le cose meglio che possono, madri, lavoratrici, amministratrici, e forse la cara vecchia Sarah si starà organizzando per decidere al meglio, per accudire al meglio i suoi figli che, nessuno ne parla, hanno anche un padre (e avrà pure lui le sue preoccupazioni). Nessuno chiede a Mc Cain o Obama se una baby sitter circolerà per la Casa Bianca, o se penseranno alle loro famiglie, davanti al pulsante atomico. Nessun uomo lo chiede a Sarah. Solo le donne, fateci caso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi