cerca

Perché no ai rapporti conviviali di Berlusconi?

2 Settembre 2008 alle 12:15

Forse ho sbagliato. Ho forse fatto il solito errore dell'italiano medio che non considera fattibile ciò che ha in mente, solo perché l'dea nasce da una mente italiana. Ho fatto forse l'errore di abbandonarmi al solito concetto provinciale di non credere che in campo internazionale, una proposta, un'invenzione italica, un colpo di genio nostrano possa emergere su qualunque altro francese per esempio, o inglese o tedesco, o in assoluto, su uno statunitense... Quando scoppiò l'emergenza Georgia/Russia, consapevole della determinatezza russa, in questo particolare momento di espansione economica, a fronte della non risolta emigrazione russa negli ex-territori fratelli, invocai un nuovo Kennedy che mettesse un nuovo blocco di tipo cubano alla Russia per inibirla in ogni suo progetto espansivo. Sottovalutai pertanto le proposte concilianti del vulcanico Berlusconi e del suo staff, in quanto pensai che fosse la solita manfrina italiana del parlare, parlare, accondiscendendo con tutti, per non realizzare alcunché di positivo e realistico, fermamente convinto che Putin non "mollerà" mai la preda dei due territori irredenti a favore dei suoi ex-compatrioti ormai stabilitisi in Ossezia del Sud e Abkhazia, ma altrettanto convinto della giustezza della soluzione presa dal Vertice straordinario a Bruxelles, per il quale, la crisi georgiana deve passare attraverso il rispetto dell’integrità territoriale. Dopo questo incontro, però, mi è balenata una sensazione, secondo la quale incomincio fortunatamente a perdere quella amara sensazione di sudditanza psicologica straniera e riesco ad intravedere uno spiraglio aperto proprio dalle tesi dei rapporti tessuti dal nostro leader, che ha dimostrato una valenza europea ed internazionale, già nella chiusura della vertenza annosa con la Libia. Perché, a questo punto, non credergli, visto, tra l'altro, che è l'unico che parla con tutti? utilizzando pure le foto della famiglia? Berlusconi ha inventato l'era dei rapporti conviviali e familiari con i suoi omologhi internazionale. Perché no?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi