cerca

Legalità e fascismo / Il dibattito continua...

2 Settembre 2008 alle 15:00

E' senz'altro apprezzabile che si possa discutere pacatamente e si possa convergere sul valore centrale della legalità; bisognerebbe però sgombrare il campo da alcuni pregiudizi duri a morire. "E' un fatto piuttosto che la sinistra con la sua politica continui a favorire il permanere di larghe sacche di impunita' specialmente tra le fasce piu' disagiate della popolazione". Mi piacerebbe conoscere in quali atti legislativi del governo di centro-sinistra questa politica si è tradotta. Se ci riferiamo all'indulto (che è stato un errore enorme), vorrei ricordare che il provvedimento è stato votato (e sostenuto) da quasi tutto il Parlamento (contrari solo IdV e Lega). Tutti gli altri provvedimenti in materia di giustizia che ricordo sono ascrivibili al precedente governo di centrodx, e sono provvedimenti che - con obiettivi inconfessabili - ha incrinato, spesso in modo irrimediabile, la certezza della pena che - come tutti sanno - è l'unico deterrente efficace contro il crimine. A proposito di provvedimenti criminogeni, non è stata certo la sinistra a proporre la sospensione di 100 mila processi.. Vorrei poi rassicurare tutti i lettori: in galera ci si deve andare solo dopo sentenza (salvo i casi di custodia cautelare, quando ammessa); ma A NESSUN IMPUTATO deve essere consentito di cambiare in corsa le regole del gioco, impedendo la sentenza o abbreviando i tempi della partita (e ci siamo capiti..)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi