cerca

Obama - Dopo il marketing

28 Agosto 2008 alle 19:00

Axelrod e Plouffe, alla testa del team elettorale di Obama, sono ormai riconosciuti come i nuovi geni della comunicazione Usa avendo costruito dal poco (quali le credenziali politiche di Obama?), e in solo quattro anni, un'immagine entusiasmante di un candidato corrispondente al sogno di moltissimi: diverso dai precedenti,giovane,nero, bello, ottima oratoria... Ora, però, dal marketing si deve passare alla costruzione di un programma di governo concreto, preciso. Gli elettori americani sono esigenti e il marketing non basta più. E'quindi facile prevedere che il programma comprenderà, in politica interna, innovazioni sulla salute pubblica (ma più tasse!), ma che, in potica estera, la prospetiva non potrà essere diversa da quella di Bush, fatto salvo una certa accondiscendenza verbale al tradizionale senso di isolazionismo che da secoli tranquilizza i ceti borghesi e popolari americani. Onore e gloria per una nazione che cambia i leader, ma non rinuncia alla sua responsabilità storica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi