cerca

Il vero problema di Putin

22 Agosto 2008 alle 10:30

Capisco, sinceramente con un pò di difficoltà, la necessità dello stato russo di avere una fascia di influenza intorno ai propri confini. Il problema è che le nazioni confinanti loro malgrado con la Russia, salvo qualche governo compiacente, non ne vogliono sapere di fare la fascia cuscinetto. La ragione di tutto ciò è molto semplice: che interesse avrebbero ad allearsi con uno stato tradizionalmente autoritario, che li tratterebbe come tratta i suoi concittadini e che in più ha un economia molto poco efficiente? E' un fatto che per decenni i paesi del Patto di Varsavia sono stati costretti a contribuire pesantemente allo sforzo militare sovietico e se obiettavano qualche cosa, erano dolori. Giusto 40 fa ci fu l'invasione della Cecoslovacchia. Crollato il comunismo, guarda caso abbiamo assistito ad una ben comprensibile fuga di tutti questi paesi verso l'Occidente. Il problema mi sembra si riproponga oggi. Se, in cambio della propria sicurezza, Putin potesse offrire vantaggi economici e democrazia, tutto sarebbe molto più semplice. Ma evidentemente può fornire solo armi, sotto forma in regalo ad Hezbollah o del suo esercito ai georgiani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi