cerca

Una guerra per tutte le stagioni

13 Agosto 2008 alle 11:58

La Georgia ha bombardato l’Ossezia del Sud e la Russia ha fatto altrettanto bombardando la capitale georgiana, invadendo poi con i carri armati l’Ossezia. Ecco quindi un’altra guerra, anche questa scoppiata per il controllo energetico mondiale. Dal Kazakistan, infatti, parte il petrolio e il gas che potrebbero arrivare in Europa senza passare in territorio russo, cosa inaccettabile per Putin. E tutto questo succede all’ombra dell’Olimpiade cinese e, anche, dei nostri gloriosi pacifisti che si animano soltanto quando c’è di mezzo l’America. Che tristezza, che delusione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi