cerca

Gandhi non era relativista, ma tollerante

29 Luglio 2008 alle 20:35

Alla signora Lucia di Faenza. Una sola domanda: l'opinione di Gandhi che Lei ha citato, è vera, è falsa o è opinabile? Se Lei è relativista, cosa che non mi pare proprio, viste le espressioni usate, dovrebbe pensare che è opinabile. Se sostenesse che è vera o falsa, il suo relativismo sarebbe solo di facciata, così come infatti è. (La stessa cosa dovremmo dire delle Sue opinioni, così incisivamente espresse: pensa siano vere o false? o piuttosto vere o false relativanmente a chi le ascolta?). Anch'io la penso esattamente come Gandhi in questa sua espressione, ma non mi reputo affatto relativista, proprio perchè penso che questo sia la Verità. Questa è la contraddizione intrinseca al relativismo: anche la tolleranza fa parte di ciò che può essere creduto o non creduto, ma l'epressione esatta è "opinato". Se lei pensa "si debba" essere tolleranti, questo è antirelativismo, ma mi creda, non è una vaccata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi