cerca

Ferrara, Veltroni e il Pd

29 Luglio 2008 alle 15:00

Egr. Direttore, la sua analisi sullo stato attuale del PD è perfetta, ha solo dimenticato che il suo amico Walter nonostante la voglia di cambiamento culturale della politica italiana è rimasto col il paraocchi che gli hanno messo nel periodo giovanile. Quando il comunista perde la colpa e sempre di chi ha vinto perché non sa rispettare le regole del gioco. Forse il povero Walter non ha capito che in politica conta più i numeri nel consenso che non nelle parole ed espressioni fatte. Finchè nel suo partito ci sarà il Baffino lui sarà sempre un cadavere politico. Per ritornare grande, deve mettere fuori dal partito nuovo una vecchia volpe politica come D'Alema, attraverso(come lei ha gia detto)nuove primarie per rimettere in discussione la supremazia partitica anche a costo di perdere una fetta del suo partito. Se ciò non lo può fare allora la carriera politica di Veltroni è al termine, andando sicuramente ad espletare le proprie idee sicuramente in Africa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi