cerca

Il carnivoro è il male assoluto?

25 Luglio 2008 alle 11:00

Alcune persone, magari più sensibili di altre, sono profondamente colpite dalle sofferenze che ogni giorno si infliggono agli animali. Non parlo delle violenze per così dire gratuite, inflitte con sadismo, cui tutti in linea di principio siamo contrari, ma delle "violenze" che ci permettono ogni giorno di mangiare i bastoncini surgelati, l'hamburgher o la fiorentina, l'uovo a la coque. Cari animalisti siete tanto sicuri che se si tornasse veramente a quella natura senza l'uomo (moderno) cui voi aspirate, quella natura in cui il più forte uccide il più debole, nella quale per sfamarsi occorre cacciare e uccidere con le proprie mani le prede, quella natura dura e cruda, voi sareste capaci di sopravvivere mantenendo le vostre convinzioni? Non vi rendete conto che è proprio la società industriale (o post industriale che dir si voglia) che vi permette di vivere a modo vostro, senza ingerire proteine animali e vestirsi con fibre animali? Riguardo l'attribuzione di diritti umani agli animali, alla base di questa decisione pare ci sia più l'odio per l'uomo che l'amore per gli animali e ciò non farebbe divenire uomini loro, ma di sicuro più bestie noi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi