cerca

Supplenza della magistratura. Di chi è la colpa? /2

24 Luglio 2008 alle 20:30

Quanto osservato dal lettore Gragnani è in effetti vero. Vale anche per l'IRAP: il presupposto di questa imposta per professionisti ed imprenditori individuali è, tra gli altri, la presenza di un’autonoma organizzazione. Ora non è che il soggetto cui manchi questo requisito (per quanto i suoi elementi siano controversi) sia esentato dal pagamento. No, per liberarsi di un obbligo che non ha, deve ottenere una sentenza definitiva (i.e. 3 gradi di giudizio: commissione tributaria provinciale, regionale e cassazione) contro l'amministrazione finanziaria che, pur in assenza dei presupposti del tributo, procede sempre e comunque con l'imposizione. Naturalmente l'onere di dimostrare la mancanza di organizzazione incombe sul ricorrente. Tuttavia non sarebbe difficile difficile comprendere che se un professionista fa 12 dodici fatture di uguale ammontare è un collaboratore e dunque non ha una struttura organizzativa propria ma lavora al servizio di quella dei suoi "datori". O no?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi