cerca

Spazi televisi e discussione politica

24 Luglio 2008 alle 12:00

Qualcuno mi spieghi perchè ultimamente nella informazione televisiva, sia pubblica che privata, un partito come quello di Di Pietro, che rappresenta circa il 4% degli italiani, ha uno spazio informativo pari a quello di partiti che rappresentano quasi la maggioranza degli italiani? Non sono minimamente d'accordo. Anche perchè all'interno di questi grandi partiti ci sono visioni dei problemi e delle possibili soluzioni abbastanza diverse che meriterebero di essere conusciute e approfondite. Di fronte ad un cliche abbastanza insulzo e piatto come quello che presenta Di Pietro in ogni situazione: "tutti devono essere processati dai magistrati per dimostrare che sono onesti tranne lui" e non si sa neache perchè, sarebbe ora che in Italia si sviluppasse un vero dibattito politico sulle questioni di fondamentale importanza per la ricostruzione di un paese veramente sull'orlo del declino. Dibattito e disussione sulle questioni reali con il vero interesse sia da parte della maggioranza che della opposizione di lavorare per il bene comune del paese. Ormai è troppo evidente e scontata la totale inutilità di una contrapposizione dura tra i poli poichè tende a generare soluzioni tendenzialmente estreme e non condivise e quindi di breve durata con l'impossibilità di un reale cambiamento. Mentre l'opposizione avrebe molto di più da guadagnare dal punto di vista di consenso elettorale se partecipasse attivamente al miglioramento delle leggi dando il proprio contributo in quelle casistiche in cui i propri elettori sono maggiormaente sensibili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi