cerca

Uomini e scimmie

23 Luglio 2008 alle 16:00

Il problema, Sig.ra Livia, è che di troppa cultura stiamo morendo e che si possono ben rispettare i più deboli o le cose che ci circondano o gli animali, lasciandoli essere semplicemente quello che sono e non quello che ci sembra culturalmente debbano essere. Insomma noi chiamiamo i ciechi "non udenti" ma rispettiamo la loro condizione? Non osiamo nominare un malato col nome della sua malattia, ma un feto malato è meglio se non nasce. Ci preoccupiamo delle scimmie, non sono bestie ma primati... però la tratta degli schiavi esiste ancora.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi