cerca

La differenza tra noi e le scimmie

23 Luglio 2008 alle 14:30

La differenza, signor Addorisio, è che noi oltre a cucinare, abbiamo, ma raramente usiamo, il dono immenso di poter riconoscere diritti anche a chi è meno "potente" di noi, di rispettare e curare e amare il creato anche quando è ontologicamente "inferiore" a noi. Dono immenso che se usassimo, invece di essere sempre spocchiosi e presuntuosi, e soprattutto capaci di riconoscere diritti solo a chi è forte quanto noi, risolveremmo tutti dico tutti i problemi del mondo. L'altra differenza profondissima, signora Taibi, è che noi siamo esseri culturali, e cresciamo e cambiamo perché continuamente impariamo, nell'arco di una vita, e nei tempi delle generazioni: 2000 anni fa facevamo combattere gli uomini con le bestie per far divertire qualcuno, e 500 anni fa (e per centinaia di anni a seguire) abbiamo strappato i "negri" dall'Africa per farne schiavi. Bei tempi?! ah! e gli animali esotici, signora, dovrebbero stare in Africa, non nei circhi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi