cerca

Eluana: è possibile ragionare su dati di fatto?

23 Luglio 2008 alle 15:15

Ho trovato smagliante e commuovente l'intervento di Vito Mancuso sul caso Eluana. Però rilevo che in tutto questo gran cianciare su un caso certamente scandaloso (cioè foriero di scandalo)non ho trovato, sui giornali cartacei e su quelli che consulto on line, poche e semplici ma fondamentali informazioni. Per esempio : esistono casi clinici di persone uscite da un coma di tale durata? Come ne sono uscite? In quale stato cerebrale si sono trovate? Quali funzionalità hanno mantenuto e quali perduto? Si sono tranquillamente reinserite in un mondo che le aveva perdute?Eluana sarebbe una sedicenne nel corpo di una trentenne; i suoi ricordi non contemplerebbero Internet, Berlusconi premier ed altre migliaia di cose più o meno belle ed importanti che nel frattempo sono accadute. Oltre a questo, chi si permette di stilare una classifica della "dignità" di un'esistenza? Io ho meno di 50 anni, 7 anni fa sono stato colpito da mielite trasversa, dalla cintola in giù non mi funziona più nulla (posso però camminare con l'ausilio di una stampella). Che ne sapete "voi" del mio parametro di "decenza" ? Io mi riterrò fortunato fino al giorno in cui sarò in grado, in serenità di coscienza e con freddezza, di porre fine da me alla mia esistenza, se questo mi sembrerà giusto. E che nessuno mi venga a importunare con predicozzi moraleggianti (soprattutto se non è un prete!).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi