cerca

Animal spirit

23 Luglio 2008 alle 09:00

E allora, signori, qual è la differenza tra l'Uomo e l'animale? l'intelligenza? no superato, la capacità di ridere? Forse sarei propenso a dar ragione all 'immenso Nero Wolfe "l'uomo è l'unico essere vivente che cucina i cibi". E' chiaro che L'orango non scriverà mai la Divina Commedia o il Macbeth (qualcuno ha dubbi?) non farà mai goals come quelli di Van Basten. Invece la metto sul piano giuridico-teologico: l'animale è irresponsabile, non ris-ponde non deve dar conto dei propri atti. Qualsivoglia tentativo di umanizzare l'animale è solo una degradazione dell'uomo. Ci attende un futuro con l'orango in una gabbia (pardòn) di tribunale ad attendere una sentenza ed allora il 27 della Costituzione varrà anche per lui? Ma sì, "reinserimento", rieducazione dell'orango di Edgar Allan Poe. Altrimenti la pena che sta a fare?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi