cerca

L'incredibile sensatezza della vita umana...

16 Luglio 2008 alle 13:30

Caro Ferrara, Aveva ragione Chesterton: ci siamo ritrovati, e a quanto pare non in molti, a sguainare spade (bottiglie d'acqua in piazza Duomo) per dimostrare che la vita è vita anche se incapace di alimentarsi autonomamente, mentre è diventata una posizione ragionevole dire che l'eutanasia sia un atto di pietà e di amore... "La grande marcia della distruzione intellettuale proseguirà. Tutto sarà negato. Tutto diventerà un credo. E' una posizione ragionevole negare le pietre della strada; diventerà un dogma religioso riaffermarle. E' una tesi razionale quella che ci vuole tutti immersi in un sogno;sarà una forma assennata di misticismo asserire che siamo tutti svegli. Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro. Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate. Noi ci ritroveremo a difendere non solo le incredibili virtù e l'incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto." (GCK)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi