cerca

I toni moderati non sono privi di "significante"

14 Luglio 2008 alle 22:30

Le considerazioni dell'elefantino a proposito dell'intervento "prudente" dell'arcivescovo D.Tettamanzi sulla drammatica vicenda di Eluana Englaro sono interessanti e, a prima vista,potrebbero sembrare convincenti.Il discorso si amplia fino a interpellare la doverosa interferenza della Chiesa sul tema della vita in generale, e tende a sollecitare prese di posizione più decise, senza timore di urtare la suscettibilità di chi cristiano non è, oppure di certi cristiani laici.Altrimenti il parere della Chiesa sarebbe soccombente rispetto a quello, in un certo senso più spregiudicato e più determinato, di certi "maestri di pensiero e di vita secolaristi". Io di questo non sono persuasa e, da cristiana quale sono, mi sento vicina nel pensiero e nella argomentazioni a quella parte del clero di cui il vescovo Tettamanzi si fa portavoce, perché sono posizioni che hanno come imprescindibile punto di riferimento-e non potrebbe essere altrimenti- la voce per eccellenza, il Vangelo, dove, anche se con autorità, vengono fatte proposte su cui meditare seriamente e non imposizioni. E tutto ciò perché, cosa che sembrerebbe inaudita, si vuole salvaguardare, come bene supremo, la libertà di coscienza per la quale l'essere umano si differenzia da qualsiasi altro essere vivente sulla terra e nella quale è chiamato a progredire,passo dopo passo,determinando nel contempo la crescita, nell'Amore, dell'intera Umanità. La Chiesa ha il dovere, certo, di intervenire in materia di contenuti etici, illuminando le coscienze che spesso sono obnubilate da vari accadimenti e dalla fragilità stessa insita nella natura umana, ma i toni aspri o eccessivamente decisionisti e le imposizioni ex-cathedra sono del tutto controproducenti; questi sì urtano la suscettibilità di tutti, ma soprattutto dei credenti propensi ad un ascolto più razionale. In ogni caso la voce della Chiesa si farà strada nella storia dell'Uomo, come sempre è avvenuto, anche se i toni sono moderati (e quindi forse più convincenti), il che non vuol dire necessariamente che abbiano una intrinseca debolezza nei contenuti. Noi cristiani di questo siamo convinti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi