cerca

La satira a Piazza Navona

10 Luglio 2008 alle 19:30

Sia Grillo che la Guzzanti hanno dato la prova di saper fare il loro mestiere di far ridere in modo intelligente ora però sono scaduti ma non perché sono cambiati loro, è cambiato il contesto. A piazza Navona non c'era un pubblico in cerca di svago, c'erano militanti di partiti politici con una loro visione della realtà, riuniti con l'intenzione di ostruire la realizzazione del disegno politico di chi ha conquistato la maggioranza alle ultime elezioni. Cambiando l'auditorio anche i toni e le parole avrebbero dovuto essere diversi, improntati al politically correct e non a cercare di colpire lo spettatore con immagini bizzarre. E' bene che ognuno faccia il suo mestiere, i comici frequentino i luoghi dove la gente vuole divertirsi (anche parlando di politica) e i politici facciano le analisi delle cose disfunzionali accompagnate da proposte concrete nelle sedi opportune.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi