cerca

Il mondo corre ma i nostri capi non se ne accorgono

10 Luglio 2008 alle 18:30

Sembra pazzesco ma i guru dell’economia si stupiscono che il prezzo delle materie prime aumenta continuamente!! Eppure le leggi dell’economia di mercato le dovrebbero conoscere meglio di me! Ho 40 anni ho ben presente come è cambiato il mondo negli ultimi 20: nel 1988, anno in cui ho fatto il servizio militare (bei tempi), a godere del benessere diffuso, erano giusto i paesi occidentali, USA, Europa, Australia, il Giappone, qualche isola di ricchezza nel sud-est asiatico, e poco più. In tutto direi circa 600-700 milioni di persone. Le cose in 20 anni sono cambiate velocemente: i nostri consumi sono aumentati, ma soprattutto giganti come Cina, India, Brasile in primis, ma anche molti altri stati, si stanno sviluppando velocemente, il consumismo comincia a coinvolgere parecchie altre centinaia di milioni di persone. Nulla da dire, non voglio essere l’unico con la pancia piena e l’automobile, ma per rendere tutto ciò possibile occorrono risorse energetiche e materie prime: risultato, i prezzi di tutto aumentano! Aggiungerei che presto alcune economie emergenti saranno così importanti da essere loro a dettare legge sui mercati internazionali, noi dovremo adeguarci. Non ci vuole una laurea in economia per capirlo: si chiama economia di mercato e ad essa non vedo alternative!! Certo si possono fare analisi molto più approfondite della mia, inserendo molti altri parametri, ma nulla può cambiare la sostanza del discorso, a meno di credere ai miracoli o negare le regole basilari del mercato. A tutto questo va aggiunto il problema ambientale, di fatto ad oggi nemmeno lontanamente affrontato, anzi spesso addirittura negato. E chi dovrebbe gestire l’economia si stupisce!!! Ma su che libri hanno studiato!! Non voglio essere catastrofista a livello planetario, ma a livello italiano, se qualche cosa non cambia, è facile esserlo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi