cerca

Senza leadership e strategia il Pd non va da nessuna parte

7 Luglio 2008 alle 19:00

Sono un elettore del PD ed ho appoggiato la svolta di Veltroni. Oggi però vedo che non sa che pesci prendere accerchiato com'è dalle scelte oggettivamente felici del governo, e dall'IDV. Messo in discussione doveva lanciare la sfida interna e riottenere la fiducia del partito e dopo dare una linea politica di opposizione da perseguire con tenacia. Invece fa la politica del pendolo tentando inutilmente di trovare consenso a 360°, tipico di chi non è un vero leader. Se Veltroni solo ricordasse quello che ha detto al Lingotto, forse capirebbe cosa dovrebbe fare. Comunque anche se fallisce una cosa buona l'ha fatta: ci ha tolto di mezzo la peggiore sinistra comunista e sinistrorsa d'Europa, e di questo lo ringrazio molto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi