cerca

Veltroni… che peccato… ci speravo

2 Luglio 2008 alle 08:00

Il risultato delle ultime elezioni politiche mi aveva messo di buon umore, l'Italia mi sembrava stesse imboccando la strada per essere un paese normale... Le trasformazioni culturali necessitano generalmente di tempi lunghi ed il seme impiantato tanto tempo fa, quando i comunisti italiani hanno cominciato a vestirsi da socialisti, mi sembrava veramente sbocciato con la convincente leadership di Veltroni nel nuovo Pd. L'Italia è un paese pieno di contraddizioni, alcune veramente comiche, da noi la sinistra si esprimeva con rigoroso conservatorismo mentre la destra si manifestava con atteggiamenti riformatori e dinamici... difficile avere le idee chiare quando nella sostanza le forze di sinistra agiscono secondo i canoni generalmente attribuiti alla destra ed una destra talmente riformatrice d'apparire di sinistra.. ma che casino. Veltroni ha saputo coagulare i valori che congruentemente esprimono una nuova sinistra, la sinistra riformatrice non sclerotizzata in modelli precostituiti .. aria pura.. sulla scena Pd e Pdl forze congruenti, credibili, alternative con energie atte ai cambiamenti necessari. Il paese non aspettava che questo, forze politiche in grado di fare la Politica di cui il paese ha vitale necessità. Forze politiche pragmaticamente a confronto sulle idee migliori per fronteggiare le sfide di una congiuntura mondiale molto seria. Il buon umore è finito presto, le leadership culturali presenti trasversalmente nel Pd s'arrabattano ipocritamente a fare le scarpe a Veltroni in nome di un più convenzionale tradizionalismo politico... Non so se Veltroni ce la farà a lottare contro i caimani della politica mediocre , mi sembra di no, non ha i coglioni per sostenere le posizioni iniziali, si piega sulle posizioni dei duri e puri che sanno bene loro come intortare il paese e Berlusconi.. mica cazzi.. Walter è debole l'hanno lasciato esporre perché in quelle condizioni elettorali si vergognavano tutti, ora con calma nel mucchio si può picchiare vigliaccamente per sostenere le proprie politicucce.. Faccio i miei auguri al Pd ed a Veltroni perché sappia mantenere la rotta tracciata nel programma iniziale. Un paese può essere normale se le forze politiche che lo condizionano e guidano sono "normali", ciò che accade in questi giorni nel Pd non fa certo sperare per il meglio. Auguriamoci che il Pdl sappia navigare i suoi cinque anni di legislatura ed imponga il rinnovamento che la maggioranza degli italiani ha espresso ma che pare non sia completamente chiaro all'interno del Pd. Tanti auguri Valter.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi