cerca

Rispondo al signor Paolo Colombo

1 Luglio 2008 alle 15:30

Egregio sig Colombo, posso comprendere il disappunto che proviamo quando i nostri interventi non vengono pubblicati. Certamente non è gratificante, lo so per esperienza, considerato che i miei ultimi sette od otto non sono stati reputati idonei ad essere ospitati dallo spazio che questo giornale ci mette a disposizione. Le motivazioni saranno di vario ordine, ritengo: escludo una sorta di censura, considerato che vari miei contributi li hanno pubblicati nonostante fossero critici e polemici rispetto ad argomenti generalmente ritenuti intoccabili, tipo l'unità della repubblica alla luce delle origini del forzato processo di unificazione della penisola ad opera dei piemontesi. Pertanto, La invito con molta cordialità a non ritenere la mancata pubblicazione alla stregua di un fatto personale e lesivo. Semplicemente capita. Le auguro un'ottima giornata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi