cerca

Sul governo

17 Giugno 2008 alle 09:00

All'inizio della legislatura (pur avendo votato a sinistra, ma non Veltroni) ero ottimista sul nuovo corso berlusconiano (e leghista). Col tempo che passa ho come l'impressione (spero sia soltanto tale) che il governo in carica sia di natura molto "italiana", ossia forte coi deboli e debole coi forti; ciò mi viene suggerito dalla natura dei provvedimenti in tema di pubblica sicurezza (si scacciano i morti di fame e i pezzenti) mentre si tenta (ancora una volta!) di sospendere quei processi in corso che possono recare fastidio a uomini di potere; aggiungo che non sono un filo-magistrato (faccio l'avvocato!) e anzi auspico da sempre la separazione delle carriere dei magistrati. Per adesso tutto questo è una sensazione, anche se ben ispirata. C'è qualcuno che può convincermi del contrario?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi