cerca

Stato europeo o società di stati?

17 Giugno 2008 alle 10:45

Sono d'accordo che per realizzare una valida unione europea è opportuno votare ovunque. Ma è proprio sicuro che dobbiamo costituire uno Stato europeo o non piuttosto una società di Stati? In altre parole, vogliamo veramente uniformarci tutti con un unico codice penale e civile rinunciando ai nostri diritti e alle nostre peculiarità? E se sì, con quali regole e principi? Credo che sulla moneta unica e sull'apertura dei confini interni siano tutti d'accordo; su quanto altro si debba mettere in comune e sull'organizzazione di questa Unione, dovrebbe svolgersi nei Parlamenti nazionali una aperta dicussione; poi, sulle conclusioni ivi raggiunte, potranno essere chiamati a pronunciarsi i cittadini. Direi che la "democrazia europea" può solo istituirsi così.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi