cerca

Nella scuola lo studente è un elemento di disrturbo

11 Giugno 2008 alle 15:20

La scuola è un’organizzazione fatta per dare uno stipendio agli insegnanti. Gli studenti sono un impiccio che serve solo a giustificare la presenza degli insegnanti. Trovo un’ emerita sciocchezza la proposta della Gelmini per risollevare il livello della scuola italiana aumentando gli stipendi degli insegnanti! Molti meriterebbero piuttosto una riduzione! Tanto sono impreparati e svogliati. Ma vadano invece a controllare la preparazione che riescono a dare agli studenti. Sarebbe facilissimo farlo, non con quella buffonata degli esami di maturità che non servono a niente, ma incaricando le università in cui gli studenti si riversano, a monitorarne il rendimento in relazione alla scuola di provenienza, e rendendo pubblici questi risultati. Quindi modulare i contributi statali ai vari istituti sui numeri di questi risultati. E’ di lì che i presidi possono partire per premiare i loro professori migliori. E viceversa, se va male, i presidi devono render conto del cattivo rendimento eventualmente col licenziamento e la chiusura della scuola. Ma questa mi pare filosofia. Non ci illudiamo, anni fa il ministro Berlinguer, quando si azzardò a proporre che i presidi potessero solo aumentare gli stipendi ai professori più meritevoli: fu sommerso da un fiume di proteste e dovette rinunciare (e si chiamava Berlinguer, non Gelmini, donna, giovane, carina, non professore, e non addetta ai lavori).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi