cerca

INTERCETTAZIONI - Non sono d'accordo

10 Giugno 2008 alle 09:30

Caro Ferrara, questa volta non sono d’accordo con lei. La riservatezza è un diritto fondamentale ma non può essere considerata inviolabile, come la vita umana, riguardo la quale invece sono con lei completamente d’accordo. Qualsiasi indagine giudiziaria viola la riservatezza: vogliamo allora proibire anche i pedinamenti? E’ vero peraltro che la pratica delle intercettazioni telefoniche si presta particolarmente agli abusi e forse è opportuna una regolamentazione che la limiti. Non escluderei, comunque, che possa essere applicata a reati particolarmente efferati o ripugnanti come, per esempio, alla pedofilia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi