cerca

Intercettazioni

10 Giugno 2008 alle 20:30

Sono pienamente d'accordo con il Sig. Ferrara. L'uso delle intercettazioni, con le citate eccezioni, quale mezzo principale di indagine giudiziaria e' estremamente grave e lesivo delle liberta di espressione e della privacy. Purtroppo, in Italia, i magistrati che fanno indagini serie non sono moltissimi; abbondano, invece, gli spioni, malati di protagonismo che fanno un utilizzo sproporzinato di tale mezzo, in quanto incapaci di fare, con professionalita', il loro mesitere. Anche la trasparenza viene invocata troppo spesso e a sproposito, mentre non viene utilizzata laddove ce ne sarebbe, veramente bisogno, ad esempio per rendicontare le spese sostenute con il denaro dei contribuenti. Ma, si sa, lo scandalo paga di piu' del duro, onesto lavoro ed i falsi moralizzatori hanno facile presa sull'ignoranza e la disonesta' intellettuale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi