cerca

L'ultima nomination

6 Giugno 2008 alle 14:21

Basta con i funerali show trasmessi dalla tv, che siano quelli di un boss o della ragazzina strangolata dagli amici. Si è cominciato con gli applausi, al cimitero come a teatro. Poi sono arrivati gli altarini, con i fiori appoggiati nel luogo della morte,arricchiti da striscioni come allo stadio. Sono seguiti i feticci del caro scomparso, peluches in caso di ragazzi, poesie amorose, foto e ingrandimenti casomai qualcuno volesse vedere come era, in vita, il morto. Per una pietà tutta televisiva, una corrida a cui tutti vogliono partecipare, ma senza pietà. Nel funerale reality si piange, si esonera, si perdona, si grazia. Con l'ultima nomination si dimentica la dignità del silenzio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi