cerca

La madre di tutte le riforme

3 Giugno 2008 alle 07:37

Il Presidente del Consiglio, da sempre avvezzo all'assedio giudiziario, ha tuonato, determinato: 'Non permetteremo alla procura di bloccare la soluzione dei problemi di Napoli'. Lodevole, ma insufficiente. Perché il problema è quanto mai complesso e spinoso: anni d'ignavia tremebonda della classe politica hanno determinato, di fatto, un vulnus nell'equilibrio dei tre poteri dello stato, a tutto vantaggio di quello giudiziario, che continua a tracimare bollando come delinquente, mafioso, corrotto o colluso coloro che osano anche timidamente opporsi. Parte rilevante della magistratura inquirente è fortemente ideologizzata, è quella che di fatto detta le linee guida della politica dell'ANM, quella che ha egemonia nel CSM. E' il frutto di errori antichi, come quello commesso da Craxi che ritenne di svendere il risultato del referendum popolare sulla responsabilità dei giudici, responsabilità all'epoca invocata dalla stragrande maggioranza del popolo sovrano. E più recentemente dalla codardia di chi avrebbe avuto il diritto di imporre per legge la separazione vera, effettiva delle carriere, l'abolizione di privilegi assurdi (vedi automatismo di carriera) che fanno dei magistrati la casta per eccellenza, casta che oltretutto gode di una impunità pressocché assoluta. E allora se questo esecutivo vuole sul serio avanzare con le riforme, inizi con quella del CSM: abolitelo, sic et simpliciter. Un magistrato è tenuto ad osservare e far osservare la legge, ed è il legislatore a promulgarla. Il magistrato che in coscienza sente di non poter o voler o dover applicarla, ha sempre la possibilità di appendere la toga al chiodo e dimettersi, non vedo drammi in tutto ciò. Ma non possiamo più tollerare un sistema Paese ostaggio di provvedimenti che spesso seppur formalmente in apparenza legittimi arrecano gravissimo danno alla comunità, danno che poi nessuno viene chiamato a risarcire. Bisogna, alla fine decidersi: volete vivere in una repubblica oppure in una repubblica dei sostituti procuratori della repubblica?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi