cerca

Come prima, meglio di prima

2 Giugno 2008 alle 14:02

LA PIOGGIA NEL PIGNETO Taci. Su le soglie de’ Loft non odo parole che dici fasciste; ma odo parole rabbiose che gridan diverse lontane. Ascolta. Parlan le nuvole sparse. Non cadon solo alalà non dicon: a noi! Non bagnarti dela pioggia d’un tempo. Il lupo cangiò di pelo non è più lì, è sul Monte Citorio. Piove tanta pioggia sul tuo viso spartano. sui vecchi pensieri. che l’anima chiude e rovella, su la favola bella che ieri t’illuse, che oggi ti sdegna, o Migliore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi