cerca

Emergenza Democratica? No, la Libera Repubblica della Sapienza

30 Maggio 2008 alle 14:42

A Giovanni De Merullis che giustamente rileva l'assedio al preside di lettere da parte dei "collettivi", replico che non trattasi affatto di "emergenza democratica", altrimenti dovremmo dire che li' siamo in emergenza almeno da 18 anni! Era il 92 e il preside Emanuele Paratore, figlio di tanto padre, ebbe la malaugurata idea di fronteggiare il fronte dei collettivi di Lettere: apriti cielo e spalancati terra! Invece, l'anno prima, dopo aver fatto parte della Pantera (Dio mi perdoni!) ero fra i malacapitati studenti schiacciati tra una carica della polizia nei corridoi di scienze politiche e la follia di quelli che si riunivano in Aula XIII per impedire al professor De Felice di parlare di fascismo, e al direttore Giuliano Ferrara di partecipare. Il giorno dopo la carica scrissi un manifesto con l'urlo di MUnch e la scritta "Agli intolleranti dell'Aula XIII: La storia non vi ha insegnato niente!" E' scattata immediatamente la caccia all'eretico: Scienze Politiche è rossa, fuori i fascisti dalla facoltà! Evidentemente, da 18 anni - ma certamente da molto prima! - lo Stato non puo' entrare alla Sapienza, che è ancora una specie di Libera Repubblica di Caulonia, in questo caso, con tutto il rispetto per chi nel 46 fece la Repubblica di Caulonia!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi