cerca

Mutui che tormentone

29 Maggio 2008 alle 07:00

Vorrei dire due parole sul problema mutui, tanto di attualità. E' vero, i tassi di interesse sono saliti e chi ha contratto un mutuo a tasso variabile è penalizzato. Tuttavia, nessuno è stato obbligato a scegliere il tasso variabile ed è anche vero che non è facile prevedere l'andamento dei tassi, nel lungo periodo. Il tasso fisso ha il vantaggio di garantire un costo certo, ma non dà la possibilità di beneficiare delle fluttuazioni favorevoli del mercato. Quindi, chi fa una scelta deve essere consapevole dei rischi che corre e dei vantaggi eventuali. L'intervento del Governo è lodevole, è però vero che quando il consumatore guadagna da un'operazione finanziaria non mette gli utili a disposizione della comunità o delle banche, mentre, quando perde, si lamenta e "pretende" un aiuto pubblico. Della serie: se guadagno è merito mio, se perdo è colpa di qualcun altro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi