cerca

Impressioni sul disastro naturale

29 Maggio 2008 alle 13:00

Ci sono aspetti inusuali nella vicenda del terremoto in Sichuan. Sul giornale e fra i discorsi delle persone si racconta di una teoria secondo la quale il 2008 porterà cinque sventure, quanti sono i friendlies, le mascotte delle Olimpiadi. La prima è stata la neve, il 25 gennaio ovvero due più cinque più uno, otto. La seconda in marzo, il Tibet, ed uno dei cinque friendlies è appunto una capra, simbolo di quella regione. Era il quattordici ed uno più quattro più tre fa otto. In aprile c'è stato il fuoco, ovvero l'incidente del treno nello Shandong. Infine il Sichuan, rappresentato tra i friendlies da JingJing il panda, 12 maggio. La quinta delle disgrazie, si dice, verrà dal mare. Un amico racconta invece cose buffe sul Sichuan, la sua provincia. E' un misto di dolore e sollievo per avere la propria famiglia sana e salva. I suoi non vivono nell'epicentro, e le tende blu dei servizi televisivi non li hanno raggiunti. La loro è una capanna di pezzi di plastica e cartone, hanno dovuto fare da soli. L'amico ha spedito loro due tende da campeggio via posta ma non è ancora arrivato nulla. Nel frattempo le persone girano con i cuscini sotto il braccio o fissati alla testa alla meglio. Temono pietre e altri oggetti dall'alto, non si sa mai. Un contadino liberato dalle macerie della propria casa da alcuni volontari russi credeva in un primo momento che il terremoto fosse stato così forte da averlo scaraventato all'estero. Ma il dolore rimane, per i compagni di scuola morti, per gli amici sfollati nel timore di una inondazione. Un cugino di venticinque anni che studia medicina, dopo una settimana di volontariato è ritornato a casa. Troppa sofferenza per lui, non vuole più essere dottore. E c'è chi dice che il fatto il Sichuan fosse stato risparmiato dalle bufere di neve di gennaio non sia un caso. Mentre gli abitanti di Chengdu festeggiavano la neve per le strade altre province li giudicavano con rabbia: come potevano divertirsi mentre altri morivano per la stessa neve? In realtà la terra era già in movimento in Sichuan, ed il calore che aveva impedito il ghiaccio preparava una disgrazia maggiore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi