cerca

Sono napoletano e mi vergogno

27 Maggio 2008 alle 09:58

Ha ragione Ferrara. Sono napoletano e mi vergogno ma non per la "monnezza" bensì per l'indifferenza e la pigrizia con cui un popolo pieno di genialità, cultura, vivacità intellettuale ha consentito ad un gruppo di cialtroni di affossarlo completamente. Sono napoletano e mi vergogno ma non per la camorra bensì per l'assenteismo con cui gente dignitosa e moralmente sana ha permesso il nascere di connivenze e malaffare in tutte le sfere della società civile. Sono napoletano e mi vergogno ma non per il degrado ed il caos bensì per l'inettitudine con cui i custodi di così grandi tesori artistici, paesaggistici, storici, archeologici hanno fatto sì che amministratori incapaci ed irresponsabili impedissero loro di goderne e di farne il primo mezzo di sostentamento per la loro e per le future generazioni. Sono napoletano e, purtroppo, mi vergogno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi