cerca

In risposta al signor Marcelli

26 Maggio 2008 alle 21:19

la monnezza a Napoli rappresentativa dell'animus loci? La raffinata asserzione non tradisce un forse inconsapevole, sottile ma deprecabile luogo comune? Francamente non ricevibile l'equazione dialettica: Napoli è sporca perché sono sporchi i Napoletani... ancor meno l'idea che l'indispensabile opera di bonifica del territorio partenopeo debba concretizzarsi con un sano e vigoroso ricorso al randello. E se poi il randello risultasse insufficiente, visto che noi terroni (e lo affermo con orgoglio, di esserlo) siamo per natura riottosi e cape toste? Beh, nulla quaestio: si può sempre ricorrere ai carri Leopard alle batterie di artiglieria pesante campale o magari farsi prestare dagli amici americani qualche efficacissima bomba di quelle cosiddette "tagliamargherite"…

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi