cerca

Marchi di fabbrica già depositati

24 Maggio 2008 alle 13:00

Consiglio al lettore di Senigallia di trovarsi un'altra definizione-marchio da quella di "ambientalista", in quanto già occupata, come "ecologista", "pacifista", "antinuclearista", "femminista", "animalista", "antimilitarista", e molte altre che ormai identificano i "buoni". Qualsiasi sforzo faccia per dire che è buono anche "lui", non vale assolutamente una cicca per la società italica. L'italia ragiona in guelfi e ghibellini, in laziali e romanisti, in indiani e cow-boys, in deficienti-ladri-mignottari e santi-buoni-unti-dal-destino. "Nun ce sta nient'affà", "no ghe xè gnente da far", "Ghe minga niente da far". Anche perché, vendendo i libri sulle stronzate di catastrofi universali imminenti, di buchi nell'ozono, di scioglimento dei ghiacciai, insomma, di disastri, tutti causati esclusivamente da quel deficiente, sporco, viscido uomo di destra, capitalista, quei nobili cavalieri dell'Apocalisse di sinistra ci guadagnano una barca di soldi! Il comune amico di forum dica solo che è una persona normale che pensa logicamente, serenamente, senza preconcetti ed ideologismi prefissati. Le identificazioni con etichetta necessitano per contarsi, servono solo a quelli che si chiudono in clan, in partiti, appunto, in antitesi artefatta con altri. Noi limitiamoci a dire solo "PENSIAMO che..."

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi